GARANTE DELLA PRIVACY: GRANDE DISTRIBUZIONE E VIDEOSORVEGLIANZA

GARANTE DELLA PRIVACY: GRANDE DISTRIBUZIONE E VIDEOSORVEGLIANZA


Il Garante in seguito ai risultati di un'attività ispettiva nel settore della grande distribuzione, ha rilevato come numerose società non avevano rispettato le garanzie previste dallo Statuto dei Lavoratori, soprattutto in materia di videosorveglianza. Dagli accertamenti è emerso che tra le società sottoposte ad ispezione, alcune non avevano ottenuto un preventivo accordo sindacale o richiesto l'apposita autorizzazione al competente ufficio del Ministero del lavoro.

A riguardo, l'Autorità ha ricordato che non è sufficiente che i lavoratori siano stati informati o che abbiano addirittura acconsentito all'installazione delle telecamere per far venir meno le specifiche tutele previste dalla normativa o lo stesso divieto di controllo a distanza. Inoltre é necessario che oltre ad aver ottenuto l'autorizzazione dell'ufficio ministeriale o raggiunto il consenso sindacale ad installare l'impianto di videosorveglianza, vengano rispettate tutte le prescrizioni.

A tal riguardo lo Studio Zanon ricorda che prima di installare e/o attivare un impianto di videosorveglianza nei luoghi di lavoro é necessario valutarne l’effettiva utilità nonché definire se sia preferibile presentare apposita istanza alla DTL competente per territorio oppure raggiungere un accordo sindacale.

Contattateci per avere maggiori informazioni a riguardo.