I confini del Co.co.co.: cosa succede se non c'è un progetto?

I confini del Co.co.co.: cosa succede se non c'è un progetto?


Il Co.co.co. senza progetto determina inevitabilmente la riqualificazione del rapporto che diventa così subordinato a tempo determinato. Vediamo perché.

Il Co.co.co. (rapporto di collaborazione coordinata e continuativa) è tale se collegato a uno specifico progetto, programma di lavoro o fase (art. 61, co. 1, D.Lgs. n. 276/03).

In mancanza di questo, il rapporto di lavoro è considerato di tipo subordinato a tempo indeterminato dall'inizio della prestazione lavorativa. Il rapporto lavorativo tra dipendente e lavoratore è di natura subordinata, in quanto il primo deve riferire quotidianamente al secondo gli interventi compiuti rispetto alle istruzioni ricevute. Non è rilevante il fatto che il lavoro personale sia prevalente rispetto all'utilizzazione di una struttura materiale. La Cassazione ha ribadito tutto questo con una sentenza, datata 6 luglio 2016 (n. 13786).

Volete avere maggiori informazioni? Scriveteci a info@studiozanon.net

co.co.co