Dimissioni online: avvocati e commercialisti non sono autorizzati a dare un sostegno al lavoratore

Dimissioni online: avvocati e commercialisti non sono autorizzati a dare un sostegno al lavoratore


Il Ministero del lavoro ha reso chiaro che solo i consulenti del lavoro possono aiutare il lavoratore nella procedura di invio telematico delle dimissioni. Nella categoria “consulenti del lavoro” dunque non possono essere inclusi i professionisti dell'art. 1 della legge n. 12/1979: avvocati, dottori commercialisti, ragionieri, imprese artigiane, cooperative e centri di assistenza fiscale che effettuano mansioni in materia di lavoro.

Ricordiamo inoltre che, in aggiunta ai consulenti del lavoro, il lavoratore può effettuare le dimissioni online in completa autonomia oppure con il sostegno di patronati, sindacati, enti bilaterali o commissioni di certificazione.