Success stories

La Certificazione del regolamento di Cooperativa

Lo Studio Zanon vanta una importante esperienza nella consulenza alle Cooperative.

La Cooperativa, in base all’art. 6 della legge 142/01, può dotarsi di un regolamento interno, ed è il documento con il quale la Cooperativa definisce le modalità con cui si svolge il lavoro, ovvero rappresenta parte del contratto di lavoro individuale del socio lavoratore.
La Legge 276/2003 ovvero la Legge “Biagi” e la Legge 183/2010 denominata “Collegato Lavoro” hanno previsto l’istituto della Certificazione dei contratti di lavoro. Questo istituto ha la finalità di fornire maggiori certezze ai contraenti (ma anche ai terzi) nel comprendere il corretto e puntuale inquadramento dell’alveo civile, amministrativo, previdenziale e fiscale nel quale essi dovranno muoversi una volta iniziato il rapporto lavorativo.
Lo scopo deflattivo delle controversie giudiziarie é chiaro.
Per tale motivo, nella qualificazione del contratto e nell’interpretazione delle clausole, il giudice non potrà discostarsi dalla valutazione delle parti espressa in sede di certificazione, fatto salvo il caso della erronea qualificazione del contratto, del vizio del consenso o della difformità tra quanto prima certificato e quello effettivamente attuato dopo.
Con tale ottica è possibile certificare anche il regolamento interno della cooperativa, ottenendo maggiore tranquillità anche nel caso di rilievi elevati dagli organi ispettivi.
I vantaggi della certificazione non sono limitati all’ambito legale, ma anche con i terzi. Infatti un regolamento di cooperativa certificato permette di agire nel mercato con una immagine di maggior serietà sia nei confronti di eventuali clienti, fornitori e appaltatori, sia nei confronti dei soci lavoratori che si sentiranno maggiormente tutelati, nonché nei confronti di eventuali rappresentanze sindacali.
Diverse società Cooperative già nostre clienti, sensibilizzate sulla Certificazione, hanno provveduto a certificare il proprio regolamento interno e testimoniano quotidianamente i vantaggi e la tranquillità che tale scelta sta loro fornendo.
In particolare una società Cooperativa dotata di regolamento certificato ha ricevuto la visita di ispettore del lavoro i quali a seguito di verifica evidenziavano, a detta loro, motivi di censura sul regolamento e le disposizioni in essa indicate. Gli ispettori in presenza della certificazione non hanno potuto elevare il verbale, bensì hanno dovuto espletare il tentativo obbligatorio di conciliazione rivolgendosi alla Commissione di certificazione che ha certificato l’atto stesso. Nel nostro caso la conciliazione é andata a buon fine e gli ispettori hanno ritirato le proprie osservazioni.