Success stories

La Cooperativa come strumento per la soluzione della crisi d’impresa

Una cooperativa è un’impresa che esiste per soddisfare i bisogni dei soci che la possiedono e la controllano, piuttosto che per fornire dividendi sui capitali investiti. La crisi globale che ancora attinge il nostro Paese dal 2008 ha mostrato come la cooperativa rappresenti un modello che interviene nei settori economici non più remunerativi come un tempo, creando valore, recuperando competenze e know how e, di conseguenza, posti di lavoro.

Ma non solo.

La cronaca quotidiana ci racconta che é in costante aumento il numero di imprese in crisi che sono costrette a dichiarare fallimento o a cessare la propria attività. In questi momenti il modello cooperativa ha dimostrato di riuscire a salvaguardare ” l’azienda ” intesa come l’organizzazione esistente tra i lavoratori e i mezzi di produzione, sostituendosi in toto e con successo all’azienda “speculativa”.

A questo si deve aggiungere il fenomeno dei Workers buyout (Wbo) ovvero l’operazione di acquisto di una società realizzato dai dipendenti dell’impresa in cui spesso lavorano o lavoravano. Anche nel nostro territorio sono sempre di più le storie a lieto fine che coinvolgono i lavoratori nell’operazione di Workers buyout (Wbo). Non ci stupiamo di ciò: lo Studio Zanon ha da sempre creduto fortemente nel modello cooperativa, ritenendolo una soluzione e un’opportunità da non sottovalutare, proprio per gli strumenti di cui la cooperativa é dotata sia per la creazione di politiche retributive finalizzate sulla produttività e per far fronte a periodi di crisi sono più dinamici e flessibili rispetto alle altre società di capitali.

Lo Studio Zanon ha contribuito alla nascita di numerose cooperative, pianificando il modello e contribuendo a gestirlo in ogni suo aspetto, anche fiscale. Oggi queste cooperative rappresentano dei player importanti nei loro settori di attività.