News

Contratto a termine legittimo se richiama gli accordi con i sindacati

Il contratto individuale di lavoro a tempo determinato stipulato tra l’azienda e il lavoratore non specifica la ragione dell’apposizione del termine, ma richiama solamente motivi di “riorganizzazione aziendale”: il giudice d’appello dichiara l’illegittimità del contratto per la mancanza di specificità nell’indicazione delle motivazioni che hanno consentito l’apposizione del termine.

Con la Sentenza n. 9297 del 24 aprile 2014, la Corte di Cassazione ribalta il verdetto del tribunale d’appello, sottolineando che il contratto individuale richiama alcuni accordi stipulati tra l’azienda e i sindacati, dai quali emerge chiaramente l’esistenza di ragioni che legittimano l’azienda a necessitare di personale a tempo determinato: pertanto, il contratto individuale, ancorché non espliciti chiaramente le ragioni giustificatrici, si ritiene legittimo in quanto fa riferimento a degli accordi sindacali dai quali è evidente l’esistenza di tali ragioni.